Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

Main Menu

A A A

L'esatta data di fondazione della Colonia di Castrum Novum (colonia civium romanorum) resta ad oggi sconosciuta. Si ritiene comunque che la deduzione possa essere avvenuta intorno al 264 a.C. in coincidenza con le vicende storiche legate alla prima guerra punica, di certo dopo il il 273 a.C., quando la fascia litoranea dell'antico ager ceretanum fu confiscato da Roma in seguito all'avvenuta sconfitta della coalizione etrusca capitanata da Tarquinia. Nel territorio  acquisito, ai fini  del controllo del Tirreno centro settentrionale   furono dedotte, oltre a Castrum Novum, le colonie di Pyrgi (prima metà del III sec.a.C.)  prossima a Santa Severa, Alsium (presso Palo Laziale, 247 a.C. ?) e Fregenae presso l'omonima località (245 a.C.).

La Colonia  di Castrum Novum  fu edificata  in posizione strategica di cintrollo al limite settentrionale del territorio cerateano,presso  l'attuale sito di Torre Chiaruccia a Santa Marinella, non lontana dall'antico confine  con l'ager   di Tarquinia forse da indivividuare  nell'andamento del Fosso del Marangone.  

La posizione dell'abitato é ben indicata  dall'Itinerarium Antonini e dall'Itinerarium Maritimum a otto miglia da Pyrgi e cinque da Cenumcellae.  Trattandosi di un castrum fondato , forse ex novo, in epoca medio-repubblicana é molto probabile che il suo impianto interno possa essere statodi tipo regolare  così come riscontrabile nelle coeve coloniae marittimae di Ostia, Cosa  e Minturno. Per quanto é dato di sapere al momento,  Castrum Novum  si sviluppava sul mare, lungo l'antica linea di costa per una lunghezza di di almeno 400 metri e di circa 300 verso l'entroterra, in un'area  attualmente  denominata Bufolareccia.

Le campagne di scavo condotte nel 2017 ed attualmente in atto  (dal 1 al 16 di giugno 2018)  hanno riportato alla luce un tratto delle fondamenta delle mura del Castrum lungo circa 70 metri e le fondamenta di vari edifici.